Resistenze

Pubblicato il 19 settembre 2014 | da Redazione

0

Renato’s Cup 2014: calcio e memoria con Renato nel cuore

Il torneo arriva alla sua V edizione. I proventi di quest'anno costituiranno un fondo per le spese legali del processo

“Con rabbia e con amore” il 20 settembre alle ore 15.00 torna nei campi della polisportiva G. Castello la Renato’s Cup. Il torneo di calcio a 8 organizzato in memoria di Renato Biagetti, ucciso a Focene per mano fascista nella notte tra il 26 e il 27 agosto 2006, è ormai un appuntamento fisso per le squadre di tutta Roma. Pubblichiamo il contributo di Marco Biagetti che ci parla di Renato e della sua passione per il calcio che ha portato alla nascita della manifestazione:

 

“Renato Biagetti è stato per noi un fratello, un amico, un compagno.

Abitante del quartiere della Montagnola, era un amante della musica ed infatti si era laureato da poco in ingegneria del suono. Amava molto il divertimento e lo stare insieme agli altri, era una persona genuina, solare ed incapace di fare violenza sugli altri.

Ha vissuto insieme a noi oltre agli ambiti familiari, gli ambiti sociali e soprattutto lo spazio dell’Acrobax nel quale si era dedicato molto alla musica ed al calcio. Il calcio era una delle passioni che con lui condividevamo. Quello che più piaceva a lui era il fatto di condividere un divertimento con gli altri e non era tanto animato dalla volontà di vittoria ad ogni costo. Stranamente anche se non aveva mai praticato scuole calcio o quant’altro riusciva molto bene nella pratica calcistica, forse perché dotato di un buon fisico ma forse e soprattutto perché lo faceva con passione e spirito di squadra.

Da questo nasce il fatto di ricordarlo e di farlo rivivere in noi attraverso un torneo di calcio a otto che cerchi il più possibile di ricalcare lo spirito festoso che più lo contraddistingueva. Proprio rispondendo a questa impostazione negli anni il torneo in suo ricordo si è arricchito di nuove ed interessanti partecipazioni, con squadre auto organizzate provenienti da varie parti di Roma che hanno animato già nell’edizione precedente e che lo faranno in quella corrente il torneo. Oltre a ricordare Renato in questa forma fraterna l’evento ha voluto sempre dare un contributo anche concreto ed attraverso le sottoscrizioni delle squadre partecipanti si è voluto sostenere dei progetti nati spontaneamente sui territori della metropoli che hanno come filo conduttore la creazione di un immaginario in lotta contro le intolleranze fasciste di cui Renato è stato vittima.

Inoltre si è cercato di contribuire alle spese legali per il processo seguito all’uccisione e proprio l’edizione di quest’anno ha l’intenzione di creare un piccolo fondo da destinare alle spese legali riguardanti la parte civile del processo nella quale si potranno trasmette di più i valori dell’antifascismo che animano questa nostra voglia di ricordare Renato.

Domani, Sabato 20 settembre, ore 15.00 campo Castello”

Tags: , , , ,


Autore



Back to Top ↑