progettazione casa

La progettazione è il primo passo per la costruzione di una nuova abitazione o per la ristrutturazione di un edificio che non risponde più alle esigenze di chi lo abita. 

Come progettare una casa e come progettare la ristrutturazione di una casa? 

 

Progettare una casa richiede il rispetto di alcuni passaggi obbligatori. 

Motivo per cui, in questa fase così importante, il consiglio è di rivolgersi alla consulenza di esperti come quelli de Il Termotecnico

Come fare un progetto di una casa? 

Tra gli step che contraddistinguono la progettazione di una casa ci sono, ad esempio, tutta la parte iniziale relativa alla documentazione, la scelta dei materiali di costruzione e quella degli impianti. 

 

Come fare il progetto di una casa: piano regolatore ed edificabilità 

Come progettare una casa compatibile con l’ambiente circostante? 

La progettazione di una nuova casa inizia con l’acquisizione di tutti i documenti che servono a ottenere la concessione edilizia

Il primo passo è la consultazione dei diversi Piani Regolatori, che regolano lo sviluppo edilizio del territorio, e la verifica dell’edificabilità del terreno di cui si è proprietari. 

 

In questo modo si definiscono diversi aspetti fondamentali come, ad esempio, la distanza da tenere dalle proprietà limitrofe e si conoscono eventuali vincoli di tipo sismico e idrogeologico. 

Tocca all’ufficio comunale di competenza, una volta che il progettista completa il progetto della nuova abitazione, verificare la sua compatibilità con l’ambiente circostante

 

Come creare un progetto di una casa: disegnare una pianta

Come fare un progetto per una casa? Una volta che si conoscono tutti gli aspetti tecnici relativi alla costruzione di una casa, come ad esempio la metratura, si può iniziare ad abbozzare un primo progetto.

 

Come disegnare un progetto di una casa? 

Quello che serve per studiare al meglio la progettazione di un’abitazione è la stesura di una pianta, attraverso l’uso di alcuni strumenti che si trovano anche gratis sul web.

Ciò permette di avere una prima impressione su dove posizionare i vari spazi interni, gli infissi e i serramenti e di presentare al progettista una prima bozza su cui lavorare.

 

Come progettare interni di una casa

Per quanto riguarda la progettazione degli spazi interni, ci sono alcuni elementi di cui si deve tenere conto come: 

  • Esposizione al sole; 
  • Esposizione al vento; 
  • Latitudine. 

 

Gli spazi che si sfruttano maggiormente durante il giorno, come cucina e soggiorno, sono di solito esposti a sud o sud-ovest per godere di una buona luminosità. 

Come disegnare il progetto di una casa? Per quanto riguarda, ad esempio, le dimensioni degli spazi interni queste dipendono dalle abitudini e dalle esigenze del committente della nuova costruzione. 

 

Come progettare gli interni di una casa: quali materiali scegliere 

Una parte fondamentale di come progettare una casa è la scelta dei materiali di costruzione

 

I materiali che si utilizzano maggiormente sono: 

  • Cemento. 

Il cemento è il materiale che si usa maggiormente sia per la sua versatilità che per i costi contenuti. Questo materiale, inoltre, permette agli architetti di poter dare vita a costruzioni moderne e minimaliste. Il cemento, abbinato a sistemi di isolamento come il cappotto termico, consente un elevato risparmio energetico. 

  • Mattoni. 

L’uso dei mattoni è sempre molto diffuso, ma è sconsigliato quando si progetta una casa in una zona sismica. I mattoni forati sono comunque utilizzati regolarmente per la realizzazione di strutture portanti e di pareti esterne.

  • Legno. 

Le case realizzate in legno hanno il vantaggio di essere sostenibili e di avere un alto isolamento termico. Come progettare una casa in legno? Il legno, ad esempio, è perfetto per la progettazione di case prefabbricate per via della facilità di montaggio e smontaggio.

 

Come realizzare un progetto di una casa: tecnologie e impianti 

Progettare una nuova casa significa studiare i migliori impianti in grado di garantire comfort e risparmio energetico. 

Per quanto riguarda l’impianto elettrico, ad esempio, la scelta può andare dal semplice impianto, che prevede la distribuzione coerente di punti presa, alla realizzazione di un sistema di domotica. 

Un sistema di domotica permette di aumentare il livello di comfort di chi vive all’interno dell’abitazione e di tagliare il consumo di energia elettrica. 

 

La scelta dell’impianto di riscaldamento, esattamente come quello elettrico, si deve fare in modo da ridurre i consumi e, quindi, risparmiare sulle bollette. 

I sistemi di riscaldamento, che si trovano solitamente all’interno delle abitazioni, sono quello a pavimento, a parete, a soffitto o quello tradizionale a termosifoni. 

L’ideale, ove possibile, è l’installazione di un impianto di riscaldamento a pavimento in abbinamento a un sistema di ventilazione meccanica controllata (VMC) dell’aria. 

In questo modo si è sicuri di evitare ogni dispersione di calore, grazie al ricircolo continuo dell’aria.