villaggi in calabria

In Calabria non esiste solamente il bel mare, le spiagge e le vacanze improntate al divertimento in spiaggia. La Calabria offre molto di più, aree archeologiche, borghi e centri storici, castelli e torri, luoghi sacri, musei e tantissimi altri luoghi legati alla cultura locale. Vogliamo proporvi una selezione di luoghi d’interesse culturale presenti in questa bellissima regione, per mostrarvi un lato nuovo della terra Calabra di modo che possiate scegliere con cognizione di causa i villaggi in Calabria, ad esempio su: www.villaggiestivi.com

Maon – Museo D’arte dell’Otto e del Novecento

Vogliamo partire proprio da un museo: Maon. Assieme al al Museo Civico e al Museo del Presente, formano il polo museale rendese. Nato nel 2004 è il Museo dell’Arte dell’Otto e Novecento. Il museo raccoglie una collezione molto nutrita tra libri, dipinti, sculture ed opere grafiche di artisti italiani dell’ottocento e dei primi quaranta anni del novecento.
Un viaggio alla scoperta dell’Italia fine ed inizio secolo ‘800 – ‘900.

villaggi in calabriaParchi Archeologici

In Calabria sono presenti quattro grandi parchi archeologici che vale la pena visitare almeno una volta in vacanza (e non): i grandi Parchi Archeologici di Locri, Capo Colonna, Roccelletta di Borgia e Sibar, con reperti risalenti alle prime colonie greche. Tutto il territorio è ricco di reperti archeologici che solo in parte sono stati scoperti e portati alla luce, perché tutti possano beneficiarne. Come ad esempio il parco archeologico di Epizeferi, Tra le città più importanti della Magna Grecia, Locri Epizefiri diede i natali a Zaleuco o ancora il Parco Archeologico di Capo Colonna dove troviamo il santuario dedicato ad Hera Lacinia, moglie e sorella di Zeus, protettrice dei pascoli, delle donne, della fertilità femminile, della famiglia e del matrimonio. E così via.
Se amate la storia non esitate a scegliere tra i villaggi in Calabria di questa zona, perché i parchi valgono veramente il viaggio e la visita.

Borghi e paesi della Calabria

La regione offre un territorio ricco di scorci meraviglio e di paesi incantati. Girare a piedi tra i mille borghi che costellano il territorio calabro, riempi di bellezza gli occhi e di appagamento il cuore. I borghi da visitare sarebbero veramente tantissimi e anche farne una cernita molto serrata sarebbe comunque limitativo. In questo breve articolo vogliamo ricordarvene solamente tre, a voi poi l’imbarazzo della scelta, con altri cento e più paesi bellissimi che potreste scoprire visitando la Calabria.

Altomonte

In provincia di Cosenza, ai piedi del Parco Nazionale del Pollino, troviamo Altomonte. Altomonte vanta un notevole patrimonio artistico-culturale. Il borgo ha la tipica conformazione medievale, con antiche case, portali in pietra lavorati da famosi scalpellini locali e viuzze strette nelle quali è un piacere perdersi. Altomonte fa parte del club dei “Borghi più belli d’Italia”. Offre degli scorci fantastici, complice la posizione sopraelevata su un promontorio roccioso il fatto che il villaggio sia circondato dalla bellissima catena montuosa del Pollino.

Amantea

Oltre ad essere una famosa località balneare della costa tirrenica situata tra Lamezia Terme e Paola, Amantea è una città vivace ricca di tradizioni culturali, manifestazioni, opere e monumenti di interesse storico artistico. Amantea è un borgo spaccato in due. La parte alta, arroccata su un’altura dove si trova il famoso centro storico e la parte bassa, adagia lungo la costa. Famosa per la lavorazione del legno (soprattutto immagini sacre) si distingue anche per una ottima cucina locale tradizionale (vi consigliamo di assaggiare la pasta ccu alici e sardi o l’insuperabile rosamarina fatta a pitticelle e il suo dolce tipico, il Buccunotto, dolciume a forma di barchetta ripieno di cioccolata). Famoso porto, divenne, ed è tutt’ora, un importante approdo da e per le Isole Eolie.

Castrovillari

Nella Conca del Re, a circa 360 metri d’altitudine sul livello medio del mare, Castrovillari è circondata dagli Appennini calabresi ed è il centro più grande del Parco Nazionale del Pollino. In città è possibile notare la netta differenza tra la parte moderna e quella antica. Nel centro storico sono racchiuse le più importanti evidenze storico-artistiche. Da visitare sicuramente il Santuario della Madonna del castello e il Castello Aragonese, sicuramente una delle principali attrazioni locali. Se amate la storia e la cultura, ma non disdegnate nemmeno il mare e il divertimento, vi consigliamo vivamente di scegliere tra i villaggi in Calabria di questa zona, per trascorrere delle vacanze indimenticabili.

I luoghi Sacri

Come per i borghi non basterebbero dieci articoli per elencarli tutti. Rammentiamo, per onor della cronaca, solamente un paio tra i luoghi di culto più belli ed importanti della Calabria.

Santuario Santa Maria dell’Isola

Situato sull’omonimo scoglio nelle vicinanze del comune di Tropea è uno dei luoghi di culto più belli della Calabria. Il comune è legato ad una leggenda alquanto particolare. Ve ne riportiamo la citazione da Wikipedia:

“Anche sulla chiesetta di Santa Maria dell’Isola esiste una leggenda che narra di come la vergine giunse nel paesello. Al tempo dell’iconoclastia, una statua della Vergine giunse a Tropea proveniente dall’Oriente. Il popolo scese al lido, insieme al vescovo e al sindaco per festeggiare l’arrivo della statua in legno della Madonna. I due capi del paese decisero, di comune accordo, di installare la statua della Madonna all’interno di una nicchia, in una grotta naturale, presente nello scoglio della rupe. La statua, purtroppo, risultava troppo grande rispetto alla grandezza della nicchia. Fu per questo motivo che i capi della comunità convocarono un falegname affinché risolvesse il problema, segando le gambe della Madonna.

Ma il falegname, appena appoggiò la sega sulla statua, rimase paralizzato alle braccia, mentre il sindaco e il vescovo morirono in quell’istante. Nei giorni a seguire la Madonna iniziò a graziare il suo popolo, compiendo atti miracolosi per gli ammalati che venivano condotti, dove venne posata la Madonna. Fino ad alcuni decenni fa, i devoti erano soliti accompagnare i loro cari ammalati nello stesso punto della grotta, nella speranza di una grazia.”

Convento Santuario San Domenico

Un luogo ricco di storia e di arte. Il Convento Domenicano di Soriano Calabro si trova in provincia di Vibo Valentia. Le maestose rovine fanno intuire le immense dimensioni dell’ambiente quando ancora si trovava in piedi, splendido esempio di architettura tardo barocca.

Calabria e cultura

Anche se in poche righe abbiamo visto come questa regione ha da offrire tanto agli abitanti e a tutti i visitatori che vogliono scoprirla all’insegna della storia e della cultura. Vi consigliamo, tra un tuffo nel Tirreno e uno nello Ionio,di fare un salto a visitare qualche pietra miliare del patrimonio storico culturale calabro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here