Consumo lavatrice

Lavare i panni è una cosa che dobbiamo fare con una certa frequenza e c’è poco da fare.

Bisogna anche ammettere, però, che il consumo della lavatrice può incidere non poco sulla bolletta dell’energia elettrica.

Ed allora che fare? Ritornare a lavare i panni a mano come un tempo? Certo che no.

Devi mettere in atto alcune strategie che ti permettano di risparmiare e, tra queste, c’è anche l’acquisto di una lavatrice all’avanguardia.

Prova a dare un’occhiata ai diversi siti ed alle diverse offerte online e scopri la migliore lavatrice per te e le tue necessità.

Se non sai bene da dove iniziare non ti preoccupare perchè abbiamo pensato di creare una guida utile e dettagliata per aiutarti a consumare meno ed avere un bucato perfetto allo stesso tempo.

Consumo lavatrice: consigli ed informazioni utili

Per quanto la lavatrice sia davvero comoda e pratica, bisogna sempre ricordare che si tratta di un elettrodomestico e che l’energia elettrica che essa utilizza, poi, verrà pagata dalle tue tasche.

Non solo energia elettrica, perchè devi tenere conto anche di acqua e detersivi vari.

Insomma, detta così la voglia di fare il bucato passa proprio del tutto.

Se ti senti un pò disperata non ti preoccupare, perchè forse stai vedendo la cosa da un lato troppo pessimistico.

Quanto consuma realmente una lavatrice? È bene saperlo solo ed unicamente per rendersi conto di cosa si può fare per risparmiare un po’ di denaro ed essere sicuri di non essere in una situazione di spreco.

Scopriamo insieme qualche informazione in più a riguardo.

Consumo lavatrice: i dati reali

Partiamo con il capire una volta per tutte a quanto ammonta questo consumo della lavatrice.

Devi sapere che tutto dipende anche dal modello che hai tra le mani.

Infatti, ogni lavatrice ha la sua classe di efficienza energetica di appartenenza e tutto varia proprio a seconda di questa.

In media, tenendo conto i classici lavaggi a 60° di una famiglia media che si aggirano sui 200 annuali circa, ecco che i costi sono i seguenti:

  • A+++ meno di 30 euro
  • A++ tra i 30,8 ed i 34,8 euro
  • A+ tra 34,9 ed i 39,4 euro
  • A tra i 39,5 ed i 45,2 euro
  • B tra i 45,3 euro ed i 51,4 euro
  • C tra i 51,5 ed i 57,8 euro
  • D sopra i 57,8 euro

Per calcolare con esattezza il consumo specifico della tua lavatrice puoi fare la moltiplicazione tra il consumo specifico del tuo modello ed il costo per 1 kWh segnato nel tuo contratto per la fornitura di energia elettrica.

Per quanto riguarda l’acqua invece, in media, vi è un consumo di circa 40 litri di acqua per singolo lavaggio.

Consumo lavatrice: come risparmiare

Ora che ti sei fatto un pò un’idea di quanto spendi ogni anno per lavare il tuo bucato, è bene capire anche come è possibile risparmiare qualche soldo.

Certo, non stiamo parlando di cifre enormi ma, sommata a tutte le altre spese della casa ecco che il conto finale fa presto a salire.

  • Abbassare la temperatura del lavaggio. È ormai risaputo che la resistenza che va a riscaldare l’acqua della lavatrice è la parte che maggiormente consuma energia elettrica. Ovvio, quindi, che se noi abbassiamo la temperatura del lavaggio la resistenza lavorerà per un tempo minore e quindi consumerà anche meno.
  • Fasce orarie. Quasi tutte le aziende fornitrici di energia elettrica usa delle fasce orarie in cui il costo è inferiore. Fare la lavatrice in quelle fasce è sicuramente la scelta più intelligente che si possa fare. Solitamente sono composte dagli orari serali e dai giorni del fine settimana.
  • Evitare l’asciugatura. Se la tua lavatrice ha anche la funzione di asciugatura cerca di utilizzarla il meno possibile. Stendi i panni all’aria aperta. Servirà più tempo ma il tuo portafoglio ti ringrazierà.
  • Carico pieno. Evita di fare lavaggi a metà. Accumula i vestiti necessari per fare un carico completo così da lavare la quantità massima consentita ed evitare cicli di lavaggio in più inutili.

Come vedi sono piccole accortezze ma che nel loro insieme ti possono far risparmiare anche oltre il 20%. Provare per credere.

Consumo lavatrice: il modello scelto

Infine, ti vogliamo dare qualche piccolo consiglio per quanto riguarda la scelta della lavatrice.

Ne abbiamo già parlato in parte a dire il vero ma ci sembra giusto approfondire un pò meglio il tutto.

Se devi acquistare o cambiare al tua lavatrice fai attenzione ad alcuni piccoli particolari.

Osserva prima di tutto la classe energetica ed opta per un modello che sia dalla A+ in su.

Ottima, poi, la presenza dell’opzione “risparmio energetico ” in cui la lavatrice calcola e misura autonomamente temperatura e tempi di lavaggio.

Valuta, infine, anche la possibilità di scegliere l’opzione “mezzo carico” con la quale, l’elettrodomestico, calcolerà il tutto a seconda del peso dei vestiti inseriti.

Risparmiare è possibile e farà del bene non solo al tuo conto in banca, ma anche all’ambiente che ti circonda. Dall’acquisto di uno smartphone best buy da 150 a 200 euro, a quello di una lavatrice economic, ma di qualità, è sempre possibile trovare la soluzione ottimale per le tasche e per l’ambiente.